!css

Una saggia decisione

Perché approfittare di queste possibilità di risparmio?

Ad ogni fase della vita corrisponde un progetto diverso: metter su famiglia, comprare casa, prepararsi alla pensione. 

Le imprese aiutano i dipendenti a realizzare i loro progetti offrendo loro lo strumento dei piani di risparmio aziendali. 

Questi piani possono aiutare i lavoratori a risparmiare più velocemente e con maggiore facilità rispetto a quanto farebbero da soli. Le imprese negoziano tassi più allettanti rispetto ai tassi concessi al singolo risparmiatore e si fanno carico dei costi operativi del conto per tutta la durata del rapporto di lavoro. Sarebbe un peccato non approfittare di questa opportunità! 

Risparmiare per la pensione, una necessità

I piani previdenziali obbligatori non offrono una pensione equivalente all’ultima retribuzione percepita e l’invecchiamento della popolazione non fa che aggravare questo squilibrio. 

Di conseguenza, per mantenere il proprio stile di vita è necessario pensare a piani integrativi che consentano, una volta giunto il momento di andare in pensione, di beneficiare di un capitale e/o di una rendita. 

Troppo presto per pensare alla pensione? Non proprio. Andare in pensione comporta la più grande spesa che si è chiamati ad affrontare nella vita. Si vive più a lungo e più sani. È una buona notizia, ma vuol dire anche maggiori spese per il tempo libero, per esempio. Potremmo essere pensionati per un terzo della nostra vita, ossia avremmo 25 anni o più di “vacanza”.  È facile lasciarsi prendere dal turbinio della quotidianità e rimandare queste riflessioni a un momento futuro. Tuttavia, a conti fatti, per avere denaro sufficiente a mantenere lo stesso tenore di vita per un periodo così lungo è necessario cominciare a risparmiare fin da subito. 

Prima si comincia a risparmiare, meglio è

Ogni euro risparmiato, con il tempo, consentirà di generare plusvalenze. L’ideale quindi è cominciare a risparmiare il prima possibile e pensare a rivalutare, di volta in volta, l’importo che si desidera accantonare. 

Se si investono 1.000 euro l’anno in un piano di risparmio aziendale, nell’arco di 30 anni si avrebbero quasi 75.000 euro ipotizzando un tasso di rendimento annuo pari al 5%*. 

Le plusvalenze possono contribuire sia a generare capitale che a ottimizzare il risparmio. Per accumulare gli stessi risparmi in 10 anni, lo sforzo di risparmio annuo dovrebbe essere moltiplicato per oltre 5 volte! In altre parole, prima si comincia a risparmiare, meglio è... 

Come risparmiare meno e avere di più...

  • Cominciando a risparmiare a 25 anni
Risparmi mensili 100 €
Totale risparmi 48 000 €*
Capitale a 65 anni 183 400€*
  • Cominciando a risparmiare a 45 anni
Risparmi mensili 300 €
Totale risparmi 72 000 €*
Capitale a 65 anni 132 400€*
* Ipotesi: rendimento annuo del 5%, reddito al lordo delle imposte ed eventuali ritenute previdenziali.
Per saperne di più: